Archivi del giorno: settembre 1, 2017

facciamo una cosa a tre?


A parte che non scrivo da tipo, boh, un anno? Perchè? Beh non avevo stimoli né voglia, né idee né tempo. E forse dopo questo articolo tornerò in modalità silenziosa, tanto del mio blog non frega un cazzo a nessuno (vittimismo attivo). Ecco, a parte questo fatto, ho appena finito di colmare due ore del mio pomeriggio finendo una serie tv che avevo iniziato e che non vedevo l’ora di terminare. Questa serie fa acqua da tutte le parti ma soprattutto mi ha altamente innervosito. I personaggi, mi davano sui nervi, una in particolare, la volevo morta. Un telefilm assurdo basato su una relazione poliamorosa di tre imbecilli: moglie, marito e la terza (che diosanto ma più figa per tradirsi l’un l’altro no?).

you-me-her

Ci sono loro, Jack e Emma, sposati, età non si capisce ma direi sui 40, una bella coppia americana con vicini simpatici, il cane, il lavoro e insomma che due coglioni di coppia. Non scopano più e quindi sono apatici, si guardano la tv con quel cazzo di carlino che ronfa lì sul letto e sospirano. Ma poi così dal niente lui decide di vedere una escort, ma una di quelle escort che non esiste: lei non scopa, se ti va bene è così altrimenti vai da un’altra escort! Beh i due si piacciono e quasi arrivano al dunque ma la moglie lo chiama. Torna a casa, lui confessa e lei non si incazza, anzi, il giorno dopo rintraccia la escort e ci esce lei, con limone finale annesso.

Ecco che inizia questa storia tra loro. Innamorati, appassionati, dolcissimi e tenerissimi. Si mollano, poi tornano insieme, cacciano la escort, poi la se la vanno a riprendere. Lei è gay, non è gay. A lei piace lei, no a lei piace anche lui. E poi decidono di avere un figlio e una casa tutta per loro. Ma alla fine… non spoilero. Vedetevela voi questa cagata.

4a438fd2af922bf2f7c510ab00899924527ae14d

La riflessione: come si fa ad amarsi in tre? Come si fa ad andare oltre all’orgetta occasionale? Come cazzo si fa dopo 10 anni di matrimonio a decidere di fare una famiglia con una terza donna? Un figlio? Utero in prestito? Casa nuova? Ma sono la sola che ritiene impossibile possa andare tutto liscio? Io credo che l’amore non sia estendibile, non nella stessa forma e che non si possa vivere in tre senza che qualcuno si faccia male. La serie tv mi ha dimostrato che ho ragione. Oltre ad avermi fatto capire che chi ha inventato questa serie ci ha creduto ma a mio avviso ha fallito.

Due donne che si amano non possono amare anche un uomo, nello stesso momento. E, a parte il momento sessuale, che sicuramente è una giostra per il marito, se torni a casa e tua moglie è nella vasca con la sua amante e s’è stappata il tuo vino d’annata, non ci stai dentro! Non puoi. Non se l’ami veramente. Chiamatemi bigotta, ma una relazione a tre ci sta per brevi periodi, poi qualcuno si stanca. Secondo questo telefilm la moglie avrebbe prestato gli ovuli all’altra tizia, (cercava un figlio da 7 anni, invano) che fertilissima avrebbe sfornato il bambino e lei, la moglie, non si sarebbe mai sentita una cogliona, secondo loro? No, secondo loro sarebbero stati tutti felici.

you_me_her_screen_shot-h_2016

E quello che penso è poi l’epilogo della storia.

Una vicenda agghiacciante, a mio parere.

Annunci

5 commenti

Archiviato in nevrosi collettiva