il manuale lesbico – cap.5: voglio quelle femminili


Ci sono loro, le lesbiche che affermano a grande voce “a me piacciono quelle femminili“, e per femminili si intendono le donnine sexy stile “L word“. Ma dio santo! Ma dove le trovi? E’ come cercare l’ago nel fottuto pagliaio. Beh comunque ci sono, le ricercatrici della lesbica femminile. Quella coi tacchi, i capelli lunghi, truccata, le unghie ricostruite e sticazzi. Quelle “esagerate“. Dai, le trovi. Più che altro nei telefilm, ma ci sono. Ecco queste lesbiche (solitamente molto mascoline) si rifiutano di uscire con donne come loro, sostenendo che possono più essere “compagni di rimorchio” che amanti. Eppure…

Il risvolto è che il più delle volte le vedi in giro con le loro fotocopie e se così non è, la loro accompagnatrice è si femminile, ma anche altamente discutibile, volgare o raccattata da qualche parte, disperata e molto curiosa. L’atteggiamento di queste “lesbiche che vogliono le femminili” è molto imbarazzante. Si piazzano li, con la femminile di turno, atteggiandosi da macho virile che ha la miglior figa al mondo. Se la sbaciucchiano, la girano e rigirano come un sofficino, camminano impettite accanto a loro (arrivandole al gomito) sentendosi il boss della situation. Niente di più esilarante.

La concezione del “voglio quella femminile” è un pensiero alterato, voluto più che altro per non omologarsi a quello che è poi la scelta non studiata di chi amare. Non puoi decidere cosa volere. Nell’universo lesbico, nel 90% dei casi, anche la più apparentemente femminile, ha forti sfumature gay. Non è il trucco e il parrucco a fare la donna. Ma come si comporta, i gesti, la voce, le movenze, la testa. Donne si è al di là dell’aspetto. Sei proprio tu a sbagliare, atteggiandoti alla Vito Corleone che si spupazza la femme fatale di turno. C’è una novità per te: nessuno se la farebbe, quella che ti porti appresso.

Perchè? Semplice, perchè sono pantomime. Sono un trofeo. Sono l’ostentazione. Non si decide a tavolino chi volere, non esiste il “prototipo“. Il look è look, l’inside è l’inside. Non datevi limiti. Non cercate di essere maschi a tutti i costi, maschi che amano femmine. E’ triste, è alterato. Siete donne, se non ve ne foste accorte. E le donne che amano le donne, le amano e basta. L’ostentazione di un soggetto molto “femminile” (più che altro zoccolone) non serve, non vi rende più “credibili“. La femminilità può stare fuori come dentro ma la si vede subito, senza troppi sfronzoli.

E’ vero che tutte dicono così e hanno compagne mascoline. E’ verissimo, rafforzerei. Ma perchè si innamorano della persona, non dell’effetto che può fare vista da fuori. Agli occhi di tutte. Sei forse alla ricerca del “sono lesbica, e mi piacciono le donne“, e lo rappresenti con sto teatrino. Non è necessario. Ci sono donne non mascoline che non sembrano la presa in giro di Jessica Rabbit. Perchè diciamocelo, quelle che voi reputate “le femminili” sono solo ciò di cui ho scritto sopra. Un fuoco di paglia, una cazzata.

Non voglio fare di tutta l’erba una canna. Ma il più delle volte, nella maggioranza dei casi mi sono sentita dire questa frase e le stesse persone o si pavoneggiavano ogni sera con una diversa ma tutte dello stesso stampo (vedi sopra) oppure si accoppiavano con i loro cloni. Non ho l’assoluta certezza di ciò che affermo ma secondo me sono più “felici” se “non ci pensano” ma amano. Libere da questo limite mentale che finge di essere “apertura. Niente di più falso.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in l'universo lesbico

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...