un’emozione da poco


Si sa, quando ci piace qualcuno, a quel qualcuno non piacciamo noi. E quando ci piace qualcuno, quel qualcuno sta con un’altra. Nemmeno ci si fila. Ci sono rarissimi casi in cui quando ci piace una persona possiamo averla. E’ quando siamo belli o famosi, o entrambi. La bellezza oggettiva e la notorietà possono tutto. Ma ahimè la maggior parte di noi non è bella e non è famosa, è normale. La normalità blocca spesso la strada, non ci si concede quasi mai il lusso di scoprire se c’è qualcosa di speciale dietro quel banco di ordinarietà.

Nella vita ci innamoriamo, spesso è la persona che vorremmo ma non è stata quella che appena vista siamo impazziti, o sbaglio? E’ stata quella che ci siamo conosciuti per caso e poi è nato l’amore, da entrambe le parti. Storie che devono nascere, destini incrociati. Ma esiste sempre, in ogni esistenza, la persona che ci piace e ci piace e ci piace. Anche se non abbiamo mai parlato con lei, anche se non sappiamo i nostri nomi, ma che basta guardarla un attimo e sentire il cuore fare uno zabaione in petto.

A me, per esempio, è successo. Anche adesso. Capita che la incontro, per caso. E capita che mi sento come un milk shake. La guardo e non riesco a pensare, a parlare, a comporre un pensiero. La guardo e basta. E se mi guarda cade il mondo. So, razionalmente, che non è cosa. Che non succederà mai che le parlerò, che probabilmente è come zucchero filato, come panna, si smonta, finisce. So che non è la persona per me. Sono cose a pelle, che non si possono comprendere realmente. Ma so che mi basta incontrarla per sentirmi emozionata.

Sono quelle cose senza senso ma che ti fanno sorridere. Ti fanno sentire viva. Lei è l’emblema dell’eterna adolescenza, quella sensazione bruciante che si prova da ragazzina, per il bello della scuola, quello inarrivabile, quello che sta con la più bella della scuola, che ovviamente non sei tu. E ti ritrovi adulta a sapere di poter avere anche di più, forse, di questa sconosciuta bellissima e irraggiungibile, ma pensi di non potere, di non volere. Pensi di non avere più cuore.

In fondo per questa magia non ci serve il cuore. Basta emozionarsi. Non si investe nulla se non quel lasso di tempo in cui puoi guardarla da lontano, puoi sperare che ti noti, puoi pensare e fantasticare un bacio nell’ombra e poi basta. E poi è un altro giorno. Potrebbe bastare per riaccendere un fuoco che non senti da millenni. Tutto questo ci è concesso, nessuno si fa male, nessuno lo scoprirà. E’ il nostro stupido segreto.

E’ un’emozione da poco.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in il popolo e la vita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...