quelle che pensano di essere fighe


Ci sono le donne “belle da guardare“, quelle dalle forme sinuose (non necessariamente perfette) e dallo stile inconfondibile, quelle che quando fai zapping sui profili ti fermi sempre lì, per iniziare. Sono le stesse che hanno 150 like all’ora, che ogni foto, anche se sono sgarruppate, è un successone e sta in prima linea sul social. Quelle donne sono ammirate ma anche invidiate. Ma soprattutto, sono “puntate“, ovvero i maniaci sono all’ordine del giorno. Queste donne sono infastidite ma nemmeno troppo, tutto nella norma. Non è più una sorpresa né uno shock ricevere certe avances. Loro sono simpatiche, solari, divertenti, ironiche. Ogni frase e ogni battuta ha mille consensi. Gli invidiosi, solitamente, non le stressano troppo. Sono talmente inespugnabili che ci rinunciano in partenza, ad insultarle. Tempo sprecato. Certe donne sono così fighe che si sa, niente le potrebbe smontare agli occhi degli altri.

E poi ci sono “quelle che pensano di essere fighe“. Ecco, oggi hanno un articolo a loro dedicato. Queste signorine potrebbero anche conquistare la massa, con carte differenti, quali intelligenza, acume, simpatia. Eppure no, puntano sul corpo, anche se apparentemente vogliono farti credere che no, loro non si mettono in vetrina. Invece si, cari miei. Non passa giorno che non postino foto sui social dove la prima cosa che noti è il culo, le tette, l’espressione godereccia. Tutte cose normali, si può dire. Se non fosse che non è tutto sto ben di dio, detto tra me e voi.  Noi donne sappiamo bene il fatto nostro, cosa può fare presa e cosa no. Sicuramente il corpo (se piacevole da guardare, puntualizzerei) è una carta vincente ma poi intorno ci deve essere di più. Tutto in linea, ovviamente, al tipo di persona che si presenta. Certe caratteristiche nelle “donne che pensano di essere fighe” cozzano terribilmente con il genere di “esposizione” di sé che propongono con le immagini.

Qui sta lo scivolone. Ogni donna potrebbe essere “bella” a modo suo. Non serve avere la taglia 38 o le forme perfette. Ma se sai mixare il tuo essere con l’immagine di te, allora vinci. Alcune di loro mi danno l’idea di pensare prima di farsi una foto. Studiare come farla e dove puntare. E spesso io vedo solo un agglomerato di “baccelli in tiro“.  Subito dopo discorsoni filosofici, racconti strappalacrime, opinioni politiche e bla bla bla. Non serve, non raggiungeranno mai l’olimpo, troppo divario tra quelle foto e la loro “testa“. Si perde di vista il dentro quando mostri troppo del fuori. Resteranno sempre lì, nel limbo, dove non saranno mai soddisfatte davvero. Perchè dico questo? Perchè le “donne che pensano di essere fighe” hanno quell’obiettivo, raggiungere le “colleghe” che invece hanno “successo” a 360° (e non a 90°). Altrimenti per me non esisterebbe nemmeno questa classificazione. Una donna è una donna, bella, brutta, affascinante. Non importa. Il successo e la fama nella vita sono ben altro, secondo me.

Io penso che la donna, per conquistare davvero, debba essere affascinante e carismatica, al di là dell’aspetto fisico. Quando si ha la base per esserlo ma si altalena tra il proprio fascino e la propria fisicità, si perde tutto per strada. Non saranno mai credibili davvero. Lo squilibrio è evidente, un pugno in un occhio. Mi fanno sorridere, quindi, quando le vedo indispettite per mancanza di rispetto o per la cattiveria di certe persone che si prodigano per offenderle. Quelle che segnalano, quelle che insultano, quelle che insinuano. Non smetteranno mai di esserci se ai loro occhi la donna è “debole“. Nel senso che se le levi quelle tette e quel culo sempre in mostra, manco i morti di figa se le cagherebbero. I morti di figa vogliono la figa, se non fosse chiaro. Questa però non è una mia opinione, ma quella che hanno le persone di cui sopra. Sono loro a vederle “in bilico” perchè pensano che abbiano solo una carta da giocare, indi sono fragili e distruttibili.

Per non essere fraintesa concludo con un pensiero, forse banale ma vero: non importa come vivi o esibisci la tua sensualità/sessualità, non importa nemmeno se trovi che sia una cosa degna di rispetto. Vivi in un mondo dove si sa, certe cose sono viste in un certo modo. Tutto sta nel cosa desideri, se cerchi consensi per quello che sei e non per quello che appari allora dovresti puntare su altro. Oppure mostrarti con un pizzico di “umiltà“, perchè anche se sostieni di averne (ed è sicuramente vero altrimenti non avresti di queste palesi insicurezze) non emerge, tutt’altro. Sembra che tu sia molto convinta di essere “figa“, appunto. Per alcuni che magari ti hanno “compresa” tutto filerà liscio come l’olio e ti stimeranno comunque, altri ahimè penseranno di te quello che ti da così maledettamente fastidio. Vedi tu.

Annunci

7 commenti

Archiviato in donne

7 risposte a “quelle che pensano di essere fighe

  1. condivido molto, la verità è che il fascino vero va molto oltre qualche selfie, ma quelli sono indubbiamente la via più rapida e vacua all’accrescimento dell’autostima, seppur si tratti in fondo di un trucco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...