il fantastico mondo delle etero curiose


Esiste il mondo lesbico, quello coscientemente lesbico. E poi esistono loro, le “etero curiose“. C’è da fare immediatamente un distinguo, però. Le “etero curiose” dalle “etero curiose che in fondo in fondo sono lesbiche“. Queste due categorie non hanno nulla a che fare l’una con l’altra. E vi spiego immediatamente il perchè.

Le etero curiose sono quelle donne, per la maggior parte dei casi (si generalizza, come al solito), che per puro caso incontrano una lesbica (locale gay dove ha accompagnato il suo amico gay, discoteca gay dove ha accompagnato il suo amico gay, festa privata dove ha accompagnato il suo amico gay) e sempre per puro caso ci ha chiacchierato tutta la sera. All’etero non frega un bene amato cazzo della lesbica ma ha bevuto 4 gin lemon, si è lasciata ieri dal fidanzato, ha voglia di rivalsa ma soprattutto ha l’estrema curiosità di sapere fin dove si può spingere. Ecco che scatta il limone. Ed ecco anche che la lesbica si ingrifa.

Ma l’etero curiosa non andrà più in là di una mano sul bordo mutanda.

L’etero curiosa che in fondo in fondo è lesbica, invece, nella medesima situazione non fa passare manco il secondo gin lemon che già si rotola sul divanetto con la lesbica. In entrambi i casi, c’è da sottolineare, non sempre stanno a guardare se è bona o meno, l’importante è che abbia fattezza pressochè “mascoline” e che sia simpatica. Nel caso di specie, l’etero in questione, vorrà anche il numero della lesbica ma dopo 4 giorni di chattate, si ritroverà in un altra serata gay a rimorchiare un’altra lesbica. Perchè lei, in fondo in fondo, lo è. Col passare del tempo del genere maschile non vorrà più saperne nulla. La riscoperta della sua sessualità sarà l’inizio di una nuova vita.

Tornando, quindi, alla prima categoria, vorrei porre l’accento sull’estrema pericolosità di queste soggette. Elle, tutto sommato, non fanno niente di male se corrompono, adescano, “usano” le lesbiche per sollazzare il loro vuoto esistenziale ed amoroso. Cosa vuoi che sia il fatto di volere a tutti i costi una trasgressione per sentirsi vive e palpitanti? Che importa se la lesbica (al 90% dei casi) perde la testa per lei? L’etero curiosa provoca molte reazioni nelle lesbiche, la prima su tutte quella del sapore della conquista, quella sfida interiore che porta la lesbica a dire “io ho convertito un etero, pensa come sono figa“. Niente di più sbagliato.

L’etero è etero, prima o poi tu non le servi più. Una volta riempiti i vuoti e le carenze, l’etero torna a farsi un giro nell’ortofrutta, tra zucchine e melanzane. E di te, piccola fragolina innocente, non gliene può fregar di meno. Come si riconosce un’etero curiosa da quella che in fondo in fondo è lesbica, al primo colpo? Se vuoi evitare di arrivare a farti male ti do alcuni piccoli segnali per individuarle:

L’etero curiosa

1) quando tu le parli, la prima volta, si sporgerà sensualmente verso di te, ammiccando come se volesse farti rizzare un pene che non possiedi
2) quando la limoni non ti toccherà nemmeno la clavicola
3) una volta terminata la limonata guarderà tutti fuorchè te, eludendo il tuo sguardo con faccia paonazza
4) ti saluterà senza chiederti numero o altro, camminando stile maratoneta alla ricerca dell’amico gay

L’etero curiosa che in fondo in fondo è lesbica

1) quando le parli sorriderà e farà battute divertenti, dandoti piccole spintarelle sulla spalla
2) quando la limoni ti afferrerà la tetta con scarsa disinvoltura ma con largo margine di miglioramento
3) una volta terminata la limonata ti guarderà come se fossi un’apparizione, contorcendosi ferocemente le dita
4) ti saluterà chiedendoti se per caso hai facebook e da lì partirà il messaggino, 5 minuti dopo averti lasciata

Questi sono segnali importanti, che non vanno sottovalutati, poi scegli tu se andare avanti, son cazzi tuoi qualsiasi sia la tua decisione. Ma, come ho già scritto, l’etero curiosa una volta soddisfatta, appunto, la sua curiosità, difficilmente ti amerà così come tu la stai già amando follemente. Ovvio che poi ci sono le eccezioni. Ma sono rare, così rare che quasi non esistono!

Advertisements

Lascia un commento

Archiviato in l'universo lesbico

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...