universi in espansione: le frociare


Prendo spunto da una serie di commenti sulla mia pagina facebook per parlare di questo universo, che sempre più si incrementa, quello delle “frociare“. Chi sono? Un numeroso gruppo di donne nate per fare le amiche dei gay, uscire con loro, andare alle serate a tema insieme a loro, tirarsi di tutto punto (pensando che le lesbiche sono li ad aspettare solo una come loro) ma soprattutto molto speranzose di redimere l’amico. Parlando in linea molto generale, le frociare sono segretamente innamorate dell’amico gay (si sa, il gay per eccellenza è sempre un figo da paura) ma lo reprime facendo quella con cui lui può confidarsi, uscire, bere e all’occorrenza limonare (da sbronzo).

Le frociare trovano nell’amico gay tutte le caratteristiche di un’amica del cuore, con la differenza che ha maggiori opportunità di rimorchio. Questo perchè, scoperto di recente, nelle serate gay ci sono sempre gli imbucati etero, speranzosi di trovare proprio loro. Ma soprattutto le chances si moltiplicano, possono rimorchiare degli etero, dei gay e anche delle lesbiche ma soprattutto non avranno nessuna competizione femminile. Quale migliore dimensione? Il senso delle frociare è molto sfumato, alcune sono davvero in sintonia solo con maschi omosessuali, non riescono ad avere amiche donne, altre sono semplicemente attratte dall’universo “frocio“, unico ambiente dove divertirsi senza grosse inibizioni. E poi ci sono quelle sopra menzionate che sperano, invano, di scoparseli!

Ma analizziamo la frociara nel contesto delle serate gay: la tizia in questione è quasi sempre molto figa, si veste con abiti succinti e tacchi vertiginosi, sempre al top della tendenza modaiola (deve tenere testa ai suoi amici gay, si sa che il gay ha stile), crede in maniera errata che il mondo gay femminile ambisca a donne di questo genere (niente di più sbagliato) e quindi si trastulla su quest’idea gasandosi in maniera esponenziale nelle sopra citate serate. La frociara, inoltre, è piuttosto odiosa. Va d’accordo solo con l’amico gay con il quale potrebbe anche passare molto tempo a sparlare di chi le passa davanti. Ride, ride spesso e senza molto senso. Va a tutti gli eventi modaioli (sempre con l’amico, ovviamente), quando cammina nei locali è perennemente a braccetto del gay, cammina in modo vistoso (altezzosa a go go) e ha incollato col mastice un bicchiere nella mano (carico di alcol).

La vedrete spesso attaccata alla cannuccia del suo cocktail, vi guarderà in maniera fuggevole e sarà sempre attorniata da froci. Tantissimi froci. Più il numero sale più la frociara è felice, sorridente, gasata. Il guaio avviene quando il gay conosce un altro gay e si imboscano. La frociara avrà il momento di massima depressione: sola, assolutamente sola e senza nessuna speranza di essere cacata. Ed è qua che viene a contatto con la sua più pura essenza, la sfigataggine di essere una frociara che ancora non ha capito che l’amico gay preferirà sempre uno stallone alla sua compagnia! 

Annunci

6 commenti

Archiviato in il popolo e la vita

6 risposte a “universi in espansione: le frociare

  1. lakhalg

    io amo i tuoi articoli cazzuola!!! XD ahhahhahaha

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...