Archivi del mese: dicembre 2012

a natale siamo tutti più finti


A Natale siamo tutti più buoni. Si, certo. Buoni quanto il resto dell’anno? L’ipocrisia di questa festa è ai massimi, penso sia la peggio, dopo S.Valentino. Ma parliamo del vero Natale. Quello che sta dietro le quinte, che tutti conosciamo molto bene ma che fingiamo di non vedere.

I bambini scrivono la letterina a Babbo Natale sapendo perfettamente che quello stronzo non esiste e che quei due cretini dei genitori daranno a lui la responsabilità del fatto che non compreranno la cosa più costosa. Per questo i bambini danno più scelte, sanno che almeno una cosa quei due taccagni la compreranno. I tre desideri tipici del bambino moderno saranno:

1. Iphone 5 + cover borchiata

2. console della wii ultimo modello

3. macbook fiammante

Poi accadono cose strane, diverse da ciò che sembrano.

I nonni vanno a cercare il regalo per i nipotini e chiedono alla commessa “scusi? cosa posso regalare ad una ragazzina di 12 anni?”. Al che la commessa mostra loro una fantastica parure di sciarpa + berretto. “Quanto costa?” “beh 19.90 la sciarpa e 9.90 il capellino, però se vuole li ho anche in promozione color merda di cammello” “prendo quelli! Guarda Giovanni, con soli 10 euro ho preso sciarpa e cappello!”.

Le amiche cercano qualcosa di originale per voi e di rigore, sempre, perennemente, comprano la roba in promozione. I pacchetti abbondano nelle casse dei negozi, sia mai che esista ancora la fantastica tradizione di comprare la carta e fare il pacco a casa, con una bella coccarda, un bigliettino particolare. Stocazzo! Diamo la t-shirt da 10 euro incartata in un sacchetto con scritto sopra “buon natale da upim, torna a trovarci”.

Il famoso dolce natalizio: il panettone. Ditemi se esiste una persona al mondo che compra un panettone! Ricicliamo il dolce tutti gli anni, chi lo riceve dal capo, chi dalla zia, chi dalla vicina, chi dal clochard che manco lui ne può più di sta rottura di coglioni del panettone! Ed ecco che nelle case italiane ci sono più panettoni che parenti, al cenone di Natale.

Tutte le case, al pranzo, si riempiono di parenti, amici e improbabili conoscenti. Che so, il fidanzato da 5 giorni di tua nipote, o l’amante sposato di tua cugina o il vicino di casa di tua sorella, che solo e sperduto, viene a mangiare a scrocco da te. Ecco l’atmosfera famigliare, del focolare domestico, il brindisi con lo spumante (anch’esso regalato dalla ditta) e poi una volta finito di mangiare (alle 16.00 del pomeriggio): “ora devo andare, è stato bello rivedervi, ho il cane che se non torno entro una certa ora caga per protesta in tutto l’appartamento!”.

Le decorazioni, ogni cazzo di anno si apre lo scatolone e si fa l’albero e ogni anno diventa sempre più piccolo. Tra vent’anni lo faranno virtuale, tipo ologramma, che potremo proiettare sul muro coi figli seduti per terra che aprono i regali e sperano di trovare la console nuova della wii o il pc portatile o un iphone. E tu sarai in cucina con la mano nel culo di un povero tacchino.

Buone feste a tutti.

Annunci

3 commenti

Archiviato in il popolo e la vita

l’apparenza inganna, un kebap è per sempre


Anni di privazioni, diete, cocaina, attività masturbatoria 4 volte al giorno, probabilmente depressione, stress, insonnia, stitichezza. Le star non se la vivono bene st’esistenza, che credete? Lo dimostra il fatto che spesso, in periodi di svacchezza poderosa, tra un film e l’altro, tra un tour e l’altro, tra un figlio e l’altro, le vip si lascino andare al classico stile di vita che l’America concede loro: i beveroni.

Questo post ha ben poco da dover spiegare che non facciano già le immagini, ecco a voi una carrellata di quello che succede alle più famose fighissime star d’America.

LE VIP ALL’INGRASSO

MISCHA BURTON

Che dire della reginetta di O.C.? Già nel telefilm si poteva dire che fosse l’unica donna scheletrica a sembrare grassa. Fianchi sproporzionati, andavano riempiti. Ma che dire? Quasi quasi ci piace di più, con quel bel doppiomento: ride o non ride in quella foto? Il riso dice tutto.

JESSICA SIMPSON

Lei invece non rinuncia affatto a look da figa, pantalone a vita alta, cinturone maculato, canotta stretch. Questo si chiama: fottersene. Ha anche acquistato 4 taglie di reggiseno senza chirurgia, che te lo dico a fare?

CHRISTINA AGUILERA

E nonostante il decorso dei lipidi la nostra Christina non adotta la strategia tipica delle curvy: vestito nero quando è un manichino, bianco a righe orizzontali da cicciottella, e va be, anche i neuroni si sono mangiati un kebap, oppure è per la filosofia: io non mi vergogno affatto!

BRITNEY SPEARS

Beh lei è la regina delle fisarmoniche, ha cambiato così tante volte connotati che con la sua pelle potremmo farci le Vuitton. Non è un infelice lei, no!

Ma non ci sono solo le star che ingrassano, ci sono anche le star che camuffano! Le verità a volte sono atroci ma vanno smascherate, alcuni esempi.

LE VIP FOTOSCIOPPATE

LADY GAGA

LADY GAGA

Beh ma si sa, che ve lo dico a fare? Lei è l’unica donna assolutamente brutta che riesce a sembrare carina. Non ci credete? Ecco qua!

va che bellina!

va che bellina!

Per farvi del male… abbiamo anche lei.

KATE MOSS

KATE MOSS

Ci dispiace molto per Kate, perchè è la figa per eccellenza, fingiamo che sia tutto un incubo.

KRISTEN STEWART

KRISTEN STEWART

Beh ma lei c’era da aspettarselo, a mio avviso è brutta pure truccata! Può andare a letto giusto coi morti.

TORI SPELLING

TORI SPELLING

Non vale! Lei è uguale!

JULIA ROBERTS

JULIA ROBERTS

Facciamo finta che sia l’avanzare dell’età e i molteplici parti. Facciamo così.

Potrei andare avanti ore… ma passerei ora ai casi in cui il tempo ha migliorato le nostre star. Ecco alcune di loro.

LE STAR MIGLIORATE

KELLY OSBOURNE

KELLY OSBOURNE

Molto meglio ma non voglio sapere cosa accadrebbe se le togliessimo di colpo i leggins contenitivi.

PENELOPE CRUZ

PENELOPE CRUZ

Non che prima fosse brutta ma il cambiamento è evidente, da suonatrice di nacchere ne ha fatta di strada.

SCARLETT JOHANSSON

SCARLETT JOHANSSON

Sarà anche il sex symbol del momento ma la chirurgia ne ha fatti di passi sulla sua facciona! Speriamo anche lo sbiancamento dei denti.

VICTORIA BECKHAM

VICTORIA BECKHAM

Lei era meglio se lasciava perdere.

Ma prima di salutarvi e di concludere vorrei dirvi che anche noi abbiamo una reginetta delle trasformazioni! L’Italia è un paese meno evoluto sicuramente ma di certo non possiamo dire che non ci manchi l’emblema del “vorrei ma non posso e quando posso sono cazzi per tutti”.

LAURA PAUSINI

LAURA PAUSINI

Mitica Laura e l’amatriciana!

Un saluto a tutti e al prossimo post, spero con meno ritardo, sono così indaffarata a pucciare gocciole nel latte!

8 commenti

Archiviato in cazzo, sono proprio una star