Archivi del mese: maggio 2012

la sfigaggine e i rimedi per curarla


LA SFIGAGGINE E’:

scrivere sotto una foto un commento del tipo “a me non piace”
se non ti piace cambia pagina e guarda qualcosa che ti piaccia

preoccuparsi di segnalare foto con indosso il reggiseno come “nudo o pornografia”
mettiti un reggiseno e prova a fotografarti, se vieni bene pubblicala e ti sentirai meglio

togliere il “mi piace” da una pagina o defolloware quando la persona ti fa rosicare
creati anche tu una pagina dove pubblichi foto di gatti, piacciono a tutti e ti sentirai meno inferiore

azionarsi per avere più “mi piace” o più “followers” ogni giorno
non arrovellarti troppo, quei “mi piace” e quei “followers” un domani non ci saranno più

prestare attenzione ai contenuti delle persone per captare quando sono citazioni altrui
non tutti spacciano per proprie citazioni o aforismi, a volte le fonti non sono segnalate a loro volta, basta essere chiari e gentili nel segnalarlo, si può porre rimedio, alla morte invece no

polemizzare in maniera concitata un tuo parere su un personaggio pubblico
ma che ci mangi pasta e fagioli tu? che cazzo te ne frega?

scrivere status che palesemente fanno riferimento a qualche persona con cui hai litigato
questa è una patologia difficile da sconfiggere quindi continua fino a che ti passa

postare fotografie in locali, discoteche, pub, marciapiedi pieni di bottiglie di birra, cani molecolari, Bob Marley con le canne a fianco a te etc
intervalla con una foto in pigiama con la camomilla in mano, rende la foto successiva più interessante

mettere “impegnato” su facebook prima che l’altra persona lo sappia
non è una mossa furba, quando metterai “single” però puoi sempre dire che volevi vedere le reazioni (da fatti realmente accaduti)

commentare una foto professionale di una conoscente su facebook con complimenti intervallati da battute su photoshop ed i suoi miracoli
non c’è rimedio, sei un coglione

postare foto di “vip” e scrivere “come lo amoooo”
non sprecare il tuo amore per i tronisti, loro non te lo daranno mai

postare foto di amici, bagordi, nottate folli in casa, letti sgualciti dopo ore di sesso balordo e non eliminare la foto del poster di Totti dal muro
ispezionare attentamente le foto quando le si fanno in casa o nei cessi, prima di postarla, sempre

postare autoscatti in mutande e non sistemare le piastrelle distorte quando con photoshop ti sei dimagrita
vai in palestra, mangia sano, ogni tanto sgarra ma solo nel week end e fai tanto sesso

avere un album di “quanto mi piace” con tutte foto di Megan Fox
la vagina è universale, non esiste solo la Fox, cambia soggetto o sarai mortalmente noioso/a oltre che sfigato/a

far notare con disappunto che la tua frase è la citazione di un altro e scoprire che le tue frasi sono “rivisitazioni personali” di citazioni altrui (da fatti realmente accaduti)
non c’è rimedio, sei un coglione

scrivere in privato ad una tipa che trovi carina “ciao sono Enzo, volevo solo ringraziarti per l’add”
non ti risponderà mai, prova con “troia fetida e cessa immane”, di solito una reazione la ottieni, poi si sa, da cosa nasce cosa

mettersi la foto di un personaggio recentemente deceduto come immagine profilo e postare foto o frasi di lutto gareggiando a chi fa per primo
se hai meno di 1.000 amici non funzionerà, sallo

considerare una persona ridicola, scriverglielo in un commento e farsi seghe tutte le mattine
molto meglio essere ridicoli che non avere da scopare

considerare una ragazza frivola e montata perchè è figa e lo dice apertamente
segui un tutorial di “Clio Make Up” che ti passa

consigliare a persone che postano video ridicoli (tipo me) di trovarsi un lavoro
solitamente chi non ha vergogna di rendersi ridicolo è perchè è incredibilmente sereno, chi si preoccupa di consigliare altro non ha un beneamato cazzo da fare quindi girati il consiglio

provarci con una donna su facebook e, una volta respinti, commentare acidamente le sue fotografie considerandola “poco in forma”
quando ti sale questa rabbia fatti una sega con il catagolo di intimissimi

chiedere ad una tipa di accendere la cam che sei in Iran e ti senti solo
guardati Alessandro Borghese su Real Time, e prendi appunti

segnalare una persona su facebook così a cazzo perchè ti fa rosicare
per info, una volta bannata la persona, la sua vita prosegue… e la tua senza di lei che ti fa rosicare?

per il momento, the end

8 commenti

Archiviato in (a)social network

è tutta una questione di genetica


E’ uso, da anni ormai, che io raccolga frasi e discorsi astrusi sentiti per caso. Fortuna vuole che ne abbia una colonna portante in famiglia: mia madre. Spesso, negli anni della pubertà,  mi sono domandata se fossi stata adottata ma, crescendo, mi sono resa conto di essere quanto più simile a lei che a chiunque altro intellettuale di sta minchia. Benchè sia una donna acculturata (e culturista e calorista e via discorrendo) conservo nel mio animo questa vena di “follia” e ignoranza che impera nella mia genitrice. Non esiste momento in cui non sforni una chicca per la quale mi dimeno come una trota salmonata a terra per circa 15 minuti. Ma mai, o quasi, rivelo a mia madre la realtà dei fatti, adoro vederla crogiolare nelle sue assurde convinzioni. In fondo la vita è bella quando non è ostacolata e le sicurezze di cui ci si nutre restano tali. Perchè mai privarmi del piacere di sentirla sparare cazzate con  persone importanti e vedere questi ultimi imbarazzati?

Dopo un pò di tempo e di annotazioni sulla moleskine mi sono permessa di pubblicare il tutto su Facebook e ho trovato consensi e riscontri, in quanto sembrerebbe che questa peculiarità sia diffusissima negli attempati (generazione anni 60) e che il rincoglionimento sia una fase naturale. E io che credevo di avere una persona speciale in famiglia. Penso che nessuno, però, sia al pari di mia madre, in quanto ella, al termine di ogni cagata che dice, sorride beatamente tronfiandosi. Credo che non potrei mai vivere senza di lei. Un giorno, alla sua età, la genetica prenderà il sopravvento e questo blog conterrà la conseguente eredità mentale. Non vedo l’ora.

Ed ora ecco le chicche di cui vado cianciando:

– senti ma… la Via Lattea di che paese è???

– quando piove così sarebbe il massimo avere il kiwi (anziché k way)

– guarda amore l’albero di natale, ci hanno messo un sacco di sboroski! (anziché swarovski)

– io so chi sono… ho scoperto la mia identità… sono una valentinorossiniana!!!

– Fabrizio Corona è un bravo ragazzo e la Marina Ripa una stronza!

– Eva Henger dice di aver fatto un solo film porno e fa la santarella! E gli altri 19?? Se l’è scordati?

– (guardando la figlia di un’amica, mulatta) Che carinaaa cioccolatinaaa è un ferrero rocher!

Giorg Clùn s’è messo con la Canali anche se è gayo…

– Dio come mi sta sopra il cazzo la Durso!

– Maria (De Filippi) ha tutto il mio rispetto, piantala…. io guardo ciò che mi pare e avanza ok? (anziché pare e piace)

– (guardando “amici” in TV da sola) ma smettilaaaaa coglionazzoooooo testa di minchiaaaaaaa coglioneeeee faccia di culooo ma guarda che faccia di culo tieneeeee madonna che nervi ti prenderei a schiaffiii non sai ballareeee ha ragione la Celentanooooo ritiratiiii ma sto raccomandatooooo non devi vincere te capitoooo (BUUUUM telecomando contro la TV)

– “tanto va la gatta al largo che ci lascia lo zampino” significa che tanto si spinge in là che annega e lasciarci lo zampino vuol dire che muore

– quella sull’autubus aveva il frenc che vuol dire che ha le unghie finte

– le tue estenscion secondo me vengono dall’Africa, sembrano cotone!

madre: posso dirti una cosa?   Miz: NO mamma madre: non ho libertà di parlare, c’è poca burocrazia qui (anziché democrazia)

Miz: mamma ho qualcosa che non va alla patata.. madre: fammela vedere, poi guardo la mia e ti dico se è uguale…

– (cercando di bucare un estatè con la cannuccia dalla parte piatta) intelligenti quelli dell’estatè, fanno le cannucce antibuco!

– nessuno oltre la tua mamma sa quanto sei speciale… per questo sei single

– come si dice quando uno non ridà i soldi che prende in prestito? ah si… strozzino!

padre: Corona aveva soldi falsi! come te lo devo dire che non è un santo? madre: non mi convinci, Fabry è un ragazzo a posto!sono scaramuzze quelle (anziché scaramucce)

Miz: mamma mi sono arrivate le mie cose ma 10 giorni prima??? madre: naaah ieri hai mangiato le barbabietole…sarà quello

– non sei grassa amore mio, hai solo un culo gigantesco

– (notando il mio tribale sulla schiena) cazzo sono quelle ali di rondine?

– ma senti quel gatto come urla? cazzo gli fa l’altro, lo violenta?

– (litigando con una sul treno per difendere il mio onore) faccia di merda! mia figlia avrà la minigonna e la tua porterà sicuro la muta da sub ma la darà a tutto il paeseeeeeee!

– Tesoroooo hai preso lo smerdammer??? (anziché leerdammer)

I MITI DI MIA MADRE:

1° posto: VALENTINO ROSSI
2° posto: MARIA DE FILIPPI
3° posto: FABRIZIO CORONA

(quando ha visto la mia corona tatuata di fatti ha detto “te la perdono solo perchè mi ricorda Fabrizio…“)

8 commenti

Archiviato in il popolo e la vita