Archivi del mese: giugno 2011

i gironi infernali del condominio


Attenzione: questo post è veritiero ma le soluzioni ironiche e divertenti, non prendete esempio, non seguitele, sono molto pericolose. Questo blog è diseducativo, You Know.

I condomini. Possiamo parlare tranquillamente dell’equivalente dell’inferno. Presente il famoso agglomerato di gironi? Ecco, quello è il condominio. I poveri cristi che non posseggono case in campagna o ville fuori dalla città, devono necessariamente sopportare questo incubo: vivere in un condominio. Ma parliamone in maniera approfondita (dato che io sono una di quelle sfigate e ne so molto).

Nel condominio, oltre ad eventuali affitti, spese etc, esiste da sempre la portinaia (ora detta custode e a breve sarà “diversamente condomine). Ella è colei che ti consegna la posta (spesso in ritardo, prima deve leggerla lei), ti saluta la mattina mentre spazza il cortile e tu ti rechi insonnolito alla macchina con un “buongiooooorno” da mercato del pesce (attenzione a farsi sentire nella risposta o il giorno dopo tutti ti guarderanno male, dopo che lei avrà fatto il giro del palazzo a dire che sei un fottuto maleducato), ti fa presente di non buttare più la plastica nel sacco del vetro (anche se lo hai fatto alle 4 di notte, lei sa) e ti ferma spesso per raccontarti che il signore del quarto piano la notte si porta sempre a casa una di colore, una asiatica e l’altra russa e ti domanda “secondo lei…  non è uno schifoso?” ma tu , stoico, risponderai: “cosa c’è di schifoso nell’organizzare una partita a briscola con le amiche?“. Lei, il giorno seguente, farà sapere a tutti che sei un gay.

Nel condominio, poi, esistono i disturbatori della quiete, ma questi soggetti si dividono in parecchie branchie. Vi segnalerò solo i più eclatanti.

1. Il più famoso, quello diciamo più rindondante nella storia condominiale, è il musicista. Colui che a qualsiasi ora (solitamente o dopo pranzo o la sera tardi) suona senza tregua batteria, chitarra elettrica (con amplificatore), pianoforte. A volte anche la fisarmonica, il più tradizionalista. Tanto che, col passare del tempo, quando non lo senti per una settimana quasi ti preoccupi, per poi scoprire che è stato in Giamaica e che ha riscoperto i bonghi.

soluzione: comprati uno stereo molto potente e piazza le casse sul pavimento (se sta di sotto), ogni volta inizia a suonare (e quindi a concentrarsi) spara musica house a palla, meglio ancora se è Gigi D’Alessio remixato.

2. La festaiola, quella che alle dieci di sera apre la porta a 5 amici e 4 amiche in un bilocale. Li sfama e durante la cena ridono, gridano, bevono. Verso mezzanotte, ovviamente, si aprono le danze, la festaiola fa partire salsa e merengue e per tutta la notte bisboccia! Ovviamente la soluzione è bussare alla sua porta e domandarle se ce la fa, ma il massimo del risultato sarebbe solo un invito a partecipare.

soluzione: accetta l’invito appena dentro prendi tutti i cd di musica latino-americana e usali a mo di frisbie dal balcone di casa sua, ignorando la sua faccia allibita.

3. Gli scopatori folli, inutile spiegarlo più di tanto, sono molto conosciuti. Coloro che nonostante siano a conoscenza dello spessore carta pesta delle mura condominali, mentre fanno all’amore urlano, ululano, gemono come attori porno, fanno cigolare il letto (comprano le molle usate su ebay pur di fare casino) e usano frasari osceni. Sono coloro che quando li incontri nel pianerottolo ti sorridono senza vergogna e se tu osi accennare il fatto che li senti, diciamo, nell’intimità, rispondono: “invita una figa a casa dai, che facciamo a gara!“.

soluzione: inviata i tuoi amici gay, tutti quelli che conosci, informali dell’accaduto e appena lo scopaiolo attacca, falli partire a voce alta con il loro fantastico repertorio da checca (se anche tu hai amici gay sai bene che il vicino resterà traumatizzato).

4. I piedi di fata, sono i più snervanti. Ovvero coloro che stanno al piano superiore e tutte le mattine, tra le 6 e le 7 a.m. camminano con tacchi o a piede scalzo ma di tallone, che tu pensi sia in atto una guerra civile, con carri armati e bersaglieri. Invece quando ti desti e realizzi che è la puttana del piano di sopra inizi a urlare “hai rotto il cazzoooooooo” e dalla parete dell’appartamento accanto ti arrivano 5 pugni sincronizzati e una voce assonnata che grida, a sua volta: “oh mongolo, vocia di meno!“.

soluzione: procurarsi un pallone, attendere le 3 di notte e cominciare a palleggiare sul soffitto con violenza, svegliarla e sperare che la stanchezza, dopo diverse notti così, la faccia trascinare per la casa la mattina presto.

5. Gli oratori, sono coloro che durante il giorno non sai se esistono, nonostante tu sia a conoscenza del fatto non lavorino, quindi sostano in casa tutta la mattina e tutto il pomeriggio e anche parte della sera. Ma loro parlano solo la notte. E nelle ore più preziose dove vuoi entrare in fase rem perchè l’indomani lavori e ti alzi, loro parlano  incessantemente. Così che nel silenzio del condominio li senti come se li avessi in camera. E si raccontano cose svariate. E tu ti domandi: se siete stati a casa tutto il giorno che cazzo avrete da dirvi di notte? Ma soprattutto: quando scopano sti due?

soluzione: ascoltare bene le parole dei vicini, le domande soprattutto e a voce molto alta rispondere al posto dell’altro, dopo attimi di silenzio ed esitazione, penseranno di avere la casa infestata.

6. I faccendieri della domenica, ovvero i soggetti malati che alle 8 del mattino della domenica, unico giorno dove puoi riposare, che fanno? Spostano mobili, passano l’aspirapolvere, battono i tappeti sul balcone. Producono tutti i suoni più nocivi e molesti del pianeta, assemblati in un unico momento. E’ appurato che questo può recare danno neurologico anche a persone molto pazienti. Lo fai presente al condomine che ti risponderà che nel regolamento condominiale lui può farlo, secondo gli orari. E tu risponderai che è a livello civile e umano che domandi di posticipare. E lui, ovviamente, risponderà: “vedrò di farlo alle 8.30, contento?“.

soluzione: attendere l’inizio del calvario, uscire sul balcone appena batte il tappeto, acchiappare il suddetto che vedi scendere al tuo piano e tirarlo con tutta forza facendolo rovinare al suolo dal 3° piano, augurandosi non resti attaccato anche il vicino.

7. I produttori di olezzo, sono i meno conosciuti ma esistono. Coloro che nonostante vivino in un condominio, magari al primo piano, decidono di fare barbecue sul balcone o grigliate di pesce. Il fumo della brace inonderà i piani superiori (ovviamente lo fanno d’estate, quando hai tutte le finestre operte) così come la puzza di pesce emanata dalla griglia. E anche se ti affaccerai a urlare che non vive in campagna che fa il cazzo che gli pare, lui risponderà: “invidioso??? Ti piacerebbe magnà sta ciccia eh?“.

soluzione: procurati merda a volontà, possibilmente tua dopo 10 activia, piazzala sullo zerbino del vicino e dagli fuoco, poi suona il campanello. Il resto, lo sai già.

Spero che il mio aiuto sia servito.
Se anche tu vivi in un palazzo in città e hai qualcosa da raccontare, io ti ascolterò, con grande interesse e solidarietà.

14 commenti

Archiviato in il popolo e la vita

mi trovi con google – parte IV


Pensavo che la storia si concludesse con splinder, invece anche su wordpress vengo trovata con le peggio chiavi di ricerca. E’ chiaro, a questo punto, che il problema sono proprio io. La mia volgarità non ha eguali, tanto che arrivano al mio blog nel modo più scurrile possibile. Smanettando (e ci sta il verbo) sulle tabelline di sintesi di wordpress per capire quanto mi leggete scopro le famose e leggendarie chiavi di ricerca dalle quali giungono a me. Che dire? Quasi superano le storiche e non posso, dunque, non conservarle anche per questo blog.

Interessante è constatare che gli anni passano ma i deviati mentali restano e le loro simpatiche ricerche sul nostro amico google non si fermano, mai. Dunque le prime 100 chiavi sono da me raccolte e copiate per voi su questi post, divertitevi o… nauseatevi! Ovviamente il commento tra parentesi è della sottoscritta 🙂

1. video festini porno con spogliarellista (c’è chi si accontenta)
2. la mia donna scopa e urla in italiano (se lo facesse in turco non gradirebbe, meglio capire cosa dice una donna quando scopa)
3. donne vi piace bere sperma-come? 2011 (posso pensarci? quanti secondi ho?)
4. casalinga prende cazzi esagerati (ma perchè la casalinga non può fare le sue faccende senza essere molestata da secoli?)
5. video ragazze che fanno pompini con ingoio totale a tanti uomini (totale la vedo dura, va bene la dieta per il colesterolo… così però è avvelenamento)
6. mi faccio scopare da un cavallo (zoofilia a manetta qui…)
7. video cubana si fa scopare da un cavalo altro che cicciolina (eh si, altro che quella sciaquetta!)
8. madre da consili a la figlia come si scopa porno (notare l’italiano grammaticale, ma soprattutto sto maiale è anche premuroso)
9. vidio porno vidio camere nascoste la moglie e la mante (impara a scrivere, demente)
10. google donne porche si fanno scopare nel culo (serviva scrivere GOOGLE secondo voi?)
11. video telecamere nascoste donne che si provano abiti (questa è la deviazione sessuale più sconcertante)
12. perchè mi incazzo sempre (me lo domando sempre anche io)
13. il cullo delle donne e le mene delle donne (uso delle doppie opzionale)
14. video scopate nei centri estetici (ma perchè questa sicurezza che al centro estetico fanno i pompini?)
15. mentre mi depila il c parla al mio coso in italiano porno (che carino, si è censurato!)
16. la porcona di mia moglie si fa scopare da cazzoni grandi come cavalli (abolirei il matrimonio)
17. troie all’inferno (ahahahahahahah come padre Karras!!!)
18. porno hard :le donne col cazzo niente imbarazzo (bello questo che fa la rima, un poeta)
19. braccio concetta estetica (chissà se parla della ceretta o fitsing anale di Concetta?)
20. sublimazione del fanculo (è arte, questo lo sa)
21. lui: “amore, dì la verità, anche dopo 25 anni quando mi vedi nudo…che pensi?” (sicuramente Google ti darà la risposta giusta: fai cagare)
22. sms hai una voce bellissima… (per sms si sente la voce? siamo avanti coi tempi)
23. a mia moglie piace il cazzo fino allo stomaco video (poraccia, ma i diverticoli cosa ne pensano?)
24. venditrici di mobili troie di torino (beh in effetti.. a Torino… è pieno)
25. video porno la donna che sborra durante l.amplesso (una donna che sborra non me la perderei mai)
26. pompini tra scimmie (a che livelli siamo di devianza?)
27. più sono vecche più piace scopare (ahhaahahha aiutooooooooooooo)
28. video porno tradimenti ragazze scoppate con forza (scoPPate… a beh, dev’essere sempre il brasiliano di prima)
29. il marito dell’estetista mi scopa (e tu digli che ti faccia la ceretta!)
30. video arrapate isteriche porno (isteriche mi piace)
31. tema sul amico del cuore (impara a fare i compiti da sola!)
32. personaggi della tv scimmie (cercano Rosa del GF)
33. barbara d urso che scopa (nooooooooooooooooooo aiutooooooooooooooooooooo)
34. se schiaccio pancia fa male (caga)
35. ceretta vagina (come sei fine… a chiamarla vagina)
36. film porno mi inculo mia sorella mentre lei spiava i genitori a far lamore (l’apostrofo? no?)
37. video ragazze porno che si fanno notare mentre camminano (sicuramente è porno)
38. video porno gratis signora estetista scopa clienti (gratis? taccagno!)
39. ho messo mattarello nell’ano (è ANO che mi ha sconvolto)
40. cerco contatti msn di donne con cui video zozzerie (è una grande soddisfazione vedere porcherie su msn…)
41. miz eva de santis blog (ooh questo cerca proprio me!!!)
42. padre incula figlia in bagno (maddai!)
43. emoticon msn pinguino che saltella (che tenero, uno normale in mezzo a sti porci!)
44. c’è gente davvero triste in giro (eh appunto…)
45. filmati di ragazze che si fanno la pipì addosso (la pipì è sempre ricorrente per Miz)
46. troia fiorentina (sicuramente, se è fiorentina)
47. donne che ruttano e scoreggiano con le amiche (ahahahah e trova me!)
48. novita nello scopare (un manuale in libreria?)
49. pornosolitari (caroh…)
50.video festa delle donne 2011 troie ubriache (ecco come volevasi dimostrare, festa delle donne=troie)
51. chi molto scopa molto campa (nuovo proverbio in voga)
52. mentre piscia lo prende in culo (dev’essere fantastico con gli schizzi)
53. troie milanesi che lo prendono nel culo (torinesi no?)
54. ti amo di più ma ti voglio meno analisi metrica (eh??????)
55. parole hard da dire ad un uomo (cazzo c’è il manuale??)
56. video strusciata in autobus (mio dio, sempre le solite banalità)
57. ragazze nei cessi che si cambiano gli assorbenti (ah beh, speriamo non li buttino nel cesso come al solito!)
58. video porno rasatura sopracciglia (no ora ditemi cosa c’è di porno nel rasare le sopracciglia)
59. con il caldo le donne si spogliano (anche gli uomini, e i bambini e tantissimi anziani)
60. sex video femmine con culi grandi e vita stretta (ecco perchè trovano me)
61. scopare con gli shorts (hanno il buco?)
62. raffaello tonon invecchiamento precoce (ma poveroooo)
63. chiama la sua migliore amica tutti i giorni (come fare a non risponderle più che ha rotto la ciolla?)
64. cosa dire quando si va al centro abbronzatura (vorrei fare una lampada)
65. porno il papa’ porta la figlia al parco e la fa scopare con amici (da denuncia)
66. nirginupnk (tradotto dal polacco sarebbe virginpunk?)
67. grande fratello hard (ah beh, qui vai sul sicuro)
68. cercasi uomini neri per mia moglie num tel (punizione?)
69. donne arrapate si vengono in faccia (bell’immagine pittoresca)
70. canzone sull’intelligenza delle donne (esiste?)
71. tutorial su come ruttare (ah beh con me vai sul sicuro)
72. blog ragazze è importante la dimensione (lo dici tu!)
73. buoni amici te li consiglia il cuore !!! (ahahahha questa è una frase della mia amica Vale?)
74. cosa succede con un calcio nei testicoli (ti pieghi in due dal dolore)
75. telecamere nascoste in banio sex (farei notare come scrive “bagno”)
76. wordpress virginpunk (noioso…)
77. adolescenti sole arrapate video (soprattutto sole, così cercan te!)
78. i pompini alle feste delle donne (famose noi per ste performance all’8 marzo, nè?)
79. non im coraggio di sentirsi soli (eh??)
80. cos e’ quella cosa lunga che l’uomo ha nelle palle (IL CAZZO)
81. perchè prendo la scossa quando apro la finestra (sarai elettrostatico)
82. le donne piu linfomane porno del mondo (notare com’ha scritto “ninfomane”)
83. racconti porno gratis di mia sorella e la sua amica del cuore (pare la sigla di un cartone animato)
84. video porno di ragazze che piangono quando vengono scopate (saranno deluse)
85. lattice per realizzare cazzi,oppure per acquisto già pronti (ma fai da solo che è più divertente)
86. donne hard mangia merda video (ma daiiiiiiii)
87. ma perchè le news su yahoo sono cosi’ stupide? (leggiti quelle di Libero che ti consoli)
88. dove posso trovare il vero video di cicciolina e il cavallo (sul mio blog)
89. donne vi sentite troie (ma tu sorella!)
90. come evitare proposte indecenti in chat (non rispondendo?)
91. dopo quante volte non fa male scopare nel culo? (dovrebbero aprire una rubrica di posta per ste cose)
92. estetista mi faceva il pompino durante la ceretta (che abilità!)
93. brutta con occhiale lo prende nel culo (de gustibus…)
94. hai mai fatto 1 pompino ad ingoio (è una domanda?)
95. voglio un video porno dove mentre scopano e gli viene dentro nella figa e lei si arrabbia (l’importante è che si arrabbi!)
96. sorella scopa con fratello eamici in sieme vidio (impara a scrivereeeeeeeee)
97. mi inculo amica della mia ragazza (MA BRAVO!!!!!)
98. pompiniocchiali (è un tipo di montatura)
99. imbarazzanti scorregge delle ragazze (la deviazione sessuale ha diverse sfumature)
100. dormi da lui nn ti fa nemmeno caffè mattino (Google ti suggerisce di mandarlo a fanculo)

22 commenti

Archiviato in (a)social network

le donne e il cazzo


Ci sono donne che crescono con progetti ben definiti, sogni forse, qualcosa di effimero ma che prima o poi attuano e fanno diventare realtà. Ci sono progetti che sfociano in una casa, un lavoro, una relazione duratura. Ci sono donne che in loro credono, come figura individuale. E poi ci sono le donne e il cazzo, ovvero quelle che da sole sono tagliate a metà. Quelle abituate ad avere un omaccione per casa, che le fa sentire complete. Fa niente se non combinano un cazzo o se non sanno cucinare o non sanno rassettare o se sono sempre a casa a farsi le seghe.

Anzi no quello no che poi la sera  quando tornano a casa dopo 12 ore di lavoro non vengono scopate!

Esemplari di donne così ne ho viste poche ma quelle poche mi sono bastate. Tipo nelle famose riunioni al femminile di cui ho scritto articoli fa… beh quelle che in un ampio discorso sulla vita parlano del loro stallone e sanno infilarci solo dimensioni, durata, cilindrata auto e ipotetica carriera. Perchè attenzione, il più delle volte queste donnine hanno uomini disoccupati o nullafacenti o che lavorano ma non sanno  nemmeno che mestiere svolgono! Tipo: “amore com’è andata al lavoro?” “lavoro? quale lavoro?” “il tuo” “ah dici riparare le pinze delle macchinine alla sala giochi affinchè non facciano mai vincere l’hello spank? ah si, bene direi“.

Quel tipo di donna, tanto per capirci, non è quella che va alla festa delle donna a palpare altri cazzi (articolo già scritto anche su tale argomento, se vi interessa) ma sta a casa a guardare un film giapponese col fidanzato dopo 15 ore di shopping online e poi scopano, e poi… dormono, fino alla prossima, ennesima, giornata uguale. Certe donne non sono mica condannabili, sono scelte insindacabili, se non fosse che credono di essere il top. Nel lavoro si considerano uniche e insostituibili. In amicizia non sbagliano mai. Ma soprattutto nella scelta di non restare sole e trovarsi l’uomo vero, sono le migliori. Ecco che allora la vita ha una svolta. Tutto ha un reale senso. Il resto, ciò che era il contorno, va a scemare. Inutili i tentativi di portarli avanti: lavoro, amicizia, vita sociale, intelligenza. Troppe cose da pensare… il cazzo toglie loro ogni barlume di lucidità. Così dimezzano l’esistenza e costruiscono la capanna dell’amore.

Le donne sono creature delicate, complicate, armoniose. Le donne vanno capite, coccolate, protette. E chi meglio di un soggetto dotato di cazzo può farlo? Per loro, dunque, restare a pensare come raccimolare soldi per una casa (pagandosela da sole), farlo (soprattutto), coltivare interessi che esulino dal quotidiano, relazionarsi col mondo, pianificare progetti per sè stesse e bla bla bla, sono tutte perdite di tempo o un palloso intercalare finché arriva il principe azzurro. Eh se arriva il cazzo, ciupa! Ribadisco che rispetto molto questo genere di donne, assolutamente. Non mi permetterei mai di considerarmi migliore di loro. Semplicemente  non sono così. E attenzione: per loro il genere come la sottoscritta è abominevole. La donna che lavora solo per lo stipendio (a loro avviso), che si mette con qualcuno perchè di meglio non lo trova (convinzione), che non sa comprendere gli altri e le loro necessità (tipo non tornare mai a casa con una metro da sole alle 20.00 di sera), che crede nella sua passione ma guarda caso non sboccia mai in niente di davvero sicuro (pensa a chi la passione la riversa in louis vuitton, che cultura!). Bene questa donna (che sarei io e chi come me) per loro è una poverina. Non merita nessun tipo di considerazione e di fatti non pensa a nessun’altra donna all’infuori di sè stessa (e dello shopping).

Questo mi rincuora. Nel mio circondario non la vorrei a due metri di distanza. Anche perchè significherebbe fare la candela. Si, perchè la donna cazzomane non esce mai senza il suo compagno. O se lo fa tempo zero e compare, magari sotto il tavolo durante una cena. Non sapete gli spaventi! Bene, quest’articolo ha due intenti. Il primo è quello di aiutare le suddette a comprendere sé stesse e prodigarsi per costruire il proprio io che è fatto di altro, cazzo, casa e ozio non basta. Prima o poi qualcosa crolla, sia anche la tip della ricostruzione unghie. Il secondo, ma non meno importante, intento è quello di far sapere loro che tutto ciò le donne diverse da loro fanno non è necessariamente “sopravvivere“. Le donne sole (senza cazzo, intendo) non sono per forza acide, incazzate, incomplete, disperate… anzi! La disperazione l’ho vista io e non poche volte, negli occhi di chi vive una vita di privazioni e finge che le va bene, poi la privazione viene colmata (col cazzo) e finalmente gli occhi si accendono di una luce novella. E sia!

Attenzione però a persistere nel pensiero di essere a posto e che ciò che vedono o pensano gli altri sia solo cattiveria.

Le sorprese la vita te le fa quando meno te l’aspetti!
TIC TAC TIC TAC… e il tempo scorre.

29 commenti

Archiviato in donne