l’importanza di chiamarsi ADSL


Viviamo in un mondo dove la tecnologia è il futuro. Dove la maggior parte della popolazione è profondamente legata a internet. I social network (primo su tutti Facebook) sono il pane quotidiano della nostra gente (nel terzo mondo i pc se li mangerebbero, fili compresi e io qui mediteterei). Ogni giorno, quando sono da qualche parte, supermercato, strada, bar, metropolitana, sento le persone (di qualsiasi età) chiacchierare e, tra una frase e l’altra, sento: “si ma l’hai vista su facebook? Che foto orribile!“, piuttosto che “stasera poi te lo passo su Facebook“, oppure “l’ho conosciuto su Facebook e sembrava un bravo ragazzo“. E via discorrendo.

Il problema è la mancanza di rapporti umani, e qui mi infilo anche io. Il dimenticarsi troppo spesso il mondo fuori. O anche il mondo dentro casa, quindi cucinare assieme, le feste, le cene tra amici e le tanto sane scopate tra partner. Oggi no, se si fa la sveltina è tanto perchè poi si va su Facebook a vedere la posta, le notifiche e poi ci sono gli audaci che pubblicano la foto post-copula sul profilo.

In un certo senso potremmo anche dire che, se presa nella giusta dose, la rete è un bagaglio. Si possono scoprire molte cose, conoscere argomenti mai affrontati, agevolare la propria esistenza consultando siti (per esempio, gli orari dello sciopero dei mezzi di oggi lo so grazie al sito ATM, sempre molto aggiornato quando non si lavora), conoscere anche le previsioni del tempo, all’occorrenza, se non eravamo a casa in orario TG. Così le notizie, il gossip, la possibilità di farsi nuovi amici. Leggere l’Hard Blog di Miz. E bla bla bla. Ma tutto questo ha un prezzo, se si supera la soglia. Quando si arriva a fare ordini online per la consegna a casa della pizza è la fine.

E qui parlo di me. Un fatto che quando accade mi fa rinsavire, mi fa rendere conto di quanto poca voglia spesso ho di rapportarmi col nostro universo, fatto anche di disgrazie e dolori ma pur sempre tangibile, reale, l’unica cosa vera. E me ne accorgo quando succede quel che fa impazzire il 90% della popolazione: quando non funziona la connessione. Togli quando Facebook ha il crash. Quello è un altro fatto molto grave che isola e paralizza la gente per tutto il lasso di tempo in cui gli omini si prodigano per rialzare il server da terra. Ma la connessione ti toglie ogni cosa, anche la possibilità di cazzeggiare in attesa del ritorno del nostro Social Network preferito. Ovvero: se non funziona Facebook, io vado su Twitter a scrivere che “non funziona Facebook“, giustamente. Ma quando l’adsl (o fibra ottica, o wireless, o vicino di casa che ha spento la sua di wireless, o chiavetta) decide di morire, in casa mia, accade questo:

Ore 10.00 a.m.

Miz accende il pc e il modem Adsl ma aprendo una qualsiasi pagina da “errore di connessione“, nonostante il modem sia acceso e funzionante.

1. Miz, calma e sorridente clikka “esegui diagnosi e ripristina“, bevendo il caffè del mattino e sperando poi di fare tanta cacca

2. al momento del risultato negativo della diagnosi, Miz smette di bere il caffè e guarda attonita il monitor

3. riprova a fare “esegui diagnosi e ripristina“, cercando di bere il caffè con calma e serenità

4. al risultato ancora negativo dell’operazione, Miz sgrana gli occhi e dice “oh… perchè?

5. riavvia il pc

6. nel notare che la cosa si ripete riavvia pc e modem adsl (e la mamma se passa di lì, riavvia pure lei)

7. all’accensione ha già finito il caffè ustionandosi la lingua e cerca di controllare un moto di tachicardia

8. accortasi dell’insistere della connessione fantasma agguanta il cordless con mano tremante componendo il 187 e  urlicchiando “cazzo no no no!!!

9. mentre attende in linea i tecnici Adsl prova di nuovo a riavviare il pc

10. ancora in attesa parla da sola “ma perchè tutte a me? come mai il mio pc ne ha sempre una? Come farò senza di lui?

11. mentre il pc si riaccende nota che la connessione riparte

12.alice buongiorno sono Antonella, in cosa posso esserle utile?

13. hey la mia connessione vaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!

14. click

E tutto questo… non va bene.

Annunci

24 commenti

Archiviato in nevrosi collettiva

24 risposte a “l’importanza di chiamarsi ADSL

  1. Geniale forbita e pungente come sempre…purtroppo non è cinismo ma solo una triste verità!

    P.s. se non funziona Facebook, io vado su Twitter a scrivere che “non funziona Facebook“ QUESTA MI HA SPACCATO!

    • ti giuro, l ultima volta che ci fu il crash durato circa 2 ore.. twitter sfronava frasi così a random.. c’era google notizie in tempo reale che ribolliva.. TUTTE LE NIUS DA TWITTER riportavano “facebook non funziona, come maiiiiiiiiiiiiii?”

  2. gio

    aahahahah… sono morta…. se nn ti funzia bene alice.. posso consigliarti una cosa… cmq miz.. la fibra ottica è una scemenza

  3. Canio

    una cosa sola non ho capito…… ma dopo tutto ciò 6 riuscita a fare la così desiderata tanta cacca??!!! no.. perchè è importante dopo una soddisfazione del genere in bagno mi sarei portato anche il pc!
    ciauz! (ps sono il ragazzo di piercer woman quindi trattami bene che sono raccomandato eheheh)

  4. No che non va bene.
    Ma ce ne accorgiamo solo nel momento della catastrofe.
    Ormai ci hanno drogato (nel bene e nel male) di tecnologia.
    E non ne riusciamo più a fare a meno.
    Spesso mi capita di ripensare a quando da piccolo stavo per ore fuori casa a giocare per strada con i miei amici. E non avevo cellulare.
    Ma sapevo benissimo tutto del mondo.

    Sigh.

  5. Siryl

    Io sono un tecnico informatico, cosi’ mi uccidi…

  6. è verissimo tutto ciò che scrivi.
    nell’era della tecnologia non c’è spazio per la comunicazione “vera”, siamo sempre tutti di corsa ed i rapporti vengono sempre più ridotti ad un piano “elettronico” tant’è che sempre più frequentemente si leggono di persone che hanno troncato amicizie, storie a causa di facebook per esempio.
    che tristezza, è la tecnologia che dovrebbe esser nostra “schiava” non il contrario

  7. la cosa allucinante è come il modo di vivere i social network sia ormai intriso di emotività, e ci fa regredire a livelli di insicurezza spaventosi… almeno a me fa questo effetto, quando non trovo notifiche la sera su facebook mi sento per un istante un po’ più solo… poi razionalizzo e mi passa, però checazzo

  8. In effetti c’è molta gente (che io definirei TRISTE!) che letteralmente impazzisce quando la connessione non funziona (e lo dice una che ama internet, twitter, i blog, ecc…non una a cui non ne frega niente :p)….è stato nel periodo in cui Tumblr non ha funzionato per 2 giorni in cui ho visto quanto la situazione sia davvero tragica….c’era gente che piangeva…. CHE P.I.A.N.G.E.V.A perchè Tumblr non funzionava! (se sei su Tumblr, sai di cosa parlo, altrimenti la cosa diventa più difficile, dato che Tumblr, ha un “linguaggio ed una “vita”estranea a chi non ne fa parte)
    Io personalmente, invece di piangere, leggo un libro!

    Poi non parliamo della gente che neppure esce di casa solo per stare sul blog! -.-”

    Nonostante a volte sia pallosa, certa gente dovrebbe studiare un pò di filisofia giusto per capire il concetto del “giusto mezzo”!

    • Deus Ex Machina

      Mi hai fatto ricordare quando tenevo lezioni di informatica… la prima era ‘Etica’ … ” Il computer è come un martello… se non sai cosa devi fare, se non hai uno scopo preciso, è meglio metterlo via e uscire a fare una passeggiata… Internet, come il pc, è un mezzo, non un fine… ”
      Ma per tante persone purtroppo, Matrix è meglio…

  9. Deus Ex Machina

    Ahahaha =D Il punto 6 è semplicemente meraviglioso miZ 😀
    Seriamente O.o’ onde ridimensionare la ‘dipendenza’ da connessione, personalmente ho optato per il ‘non averla’ (la connessione…almeno per il momento), così…. sfrutto quella al lavoro se e quando posso… dopo 8 mesi… nessun risultato… dici che dovrò cambiare metodo?

  10. Complimenti per il blog! Ci piace.
    Quanto ai problemi di rete, per evitare di incazzarmi troppo, io non chiedo mai aiuto. Evito come la peste i call center per evitare di ripetere la *stessa cosa* 2000 volte a 2000 persone diverse… Il che è un tantino frustrante.
    Io aspetto. E tento un inizio di “disintossicazione” da fb ed internet che non mi farebbe poi male…
    Ha funzionato, qualche volta…
    Ciao.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...