festa della donna? vergogna!


Scrivendo in GOOGLE la frase “festa della donna“, come prima immagine mi è uscita questa.
Ed era ciò che temevo.

Giorni fa parlavo con un ragazzo di questa festa, di come la vedo io. E non ho problemi a scriverlo anche qua, mi vengano addosso tutte, chissenefrega!

La festa delle donne è una presa per il culo.

Quella che dovrebbere essere un’occasione per commemorare un fatto importante è diventata la sagra dell’idiozia. Nata per quella che dovrebbe essere “bandiera” di femminismo e rivendicazione, ad oggi è la più ridicola dimostrazione di come la donna “dipenda” dall’uomo (non per me, ovvio).

Festini di sole donne con uomini che si spogliano.
Donne urlanti e pseudo-arrapate (a volte fingono perchè “ci sta”) che palpano uomini mezzi nudi.

Dov’è quindi la forza, l’intelligenza, della donna? Insomma il vero motivo per cui esiste la commemorazione dell’8 Marzo? Ok, ditemi che esagero, ditemi che sono pallosa, ditemi che è un modo per divertirsi, punto e basta, e che io la faccio tragica. Ma non è questo il punto.

Mi vergogno di essere donna quando vedo certe cose. Sono stata ad una sola festa organizzata, anni e anni fa. E mi sono sentita fortemente a disagio. Sapete perchè? Perchè durante lo spogliarello mi sono allontanata e non ho urlato come una ninfomane sotto il cubo. E perchè molte delle persone con cui ero mi hanno detto che ero NOIOSA.

Allora noiosa sia! Preferisco starmene a casa o uscire con un amico a vedere un film, come un giorno identico a tanti altri. Perchè DONNA si è e DONNA vorrei fosse ben altro che la solleticazione degli ormoni. Non dico che non bisogna festeggiare, assolutamente. Ma cambiare la filastrocca? Evitare il mega maschione (il più delle volte gay quindi manco c’avete speranza… patetiche) che si struscia con te perchè je fai tenerezza e perchè lo pagano… e fare una mega cena tra amiche e amici dibattendo su quanto noi donne siamo “evolute“? Lo trovo più utile.

Parere personale, ovvio. Ma se davvero volete far rivalere i diritti della donna sull’uomo o sulla società in generale, non ridicolizzatevi a mò di lama davanti ad un pene in perizoma leopardato, tra le altre cose… quasi invisibile (non me ne vogliano gli spogliarellisti).

SUVVIA

Advertisements

42 commenti

Archiviato in donne

42 risposte a “festa della donna? vergogna!

  1. donna come l’uomo avvilenti gli spogliarellt per entrambi i sessi 8 marzo giornata di memoria basta un saluto a te

  2. E’ valido se l’unico ‘pesciolino’ che vedrò stasera è quello che mi papperò al ristorante japan? e ti assicuro che lo guarderò come un lama!!! 😀 vuoi un po’ di sushi? 😉

  3. Silvia

    Concordo in pieno, come se le conquiste sociali da celebrare siano queste, il poter vedere bambolotti palestrati e depilati che si smutandano per il ludibrio di donnette frustrate e succubi dei loro mezz’uomini.
    Un mio contatto Facebook ha pensato bene di taggarmi in una foto di mimose insieme a una manciata di altre donne, con questa “poesia” a commento della foto:

    Essere Donna è
    quando da alla luce
    un bambino
    quando cresce i figli
    quando prepara cibo
    e calore nella casa.
    Essere Donna è
    essere amata
    essere bella
    essere e vivere
    l’amore.
    Essere Donna è essere libera!
    W le Donne!
    Il dono più bello per noi uomini.

    Mi sono limitata a staggarmi, ringraziando ma prendendo le distanze dal messaggio. A che pro perdere tempo spiegando quanto queste righe potessero essere offensive, tanto più nella Giornata della Donna???
    Ti dirò, la cosa più “femminista” (con tutti i limiti di questo movimento) che credo vedrò oggi è questo intervento di Oliviero Toscani, che tra l’altro ha appena curato una bellissima campagna vendite per Manas…

    http://www.dagospia.com/rubrica-2/media_e_tv/articolo-23232.htm#Scene_1

  4. PepperMignonette

    esageri??? PALLOSA?!?!?!?!? MA DIREI DI NO!
    la festa della donna è una commemorazione, non un’occasione per fare le oche arrapate con degli umilianti spogliarellisti! QUESTO è DEGRADANTE!

  5. Vale

    …fra l’altro è veramente triste vedere come orde di donne si riversino nei locali “solo” quel giorno…come se servisse una commemorazione, un evento particolare per celebrare anche l’amicizia o lo stare assieme.

  6. Federica

    Dio mio finalmente qualcuna che la pensa come me!!!!!!!!!!!!!!!!
    Non posso che SOTTOSCRIVERE, SOTTOSCRIVERE E SOTTOSCRIVERE…

  7. Hai completamente ragione! La penso esattamente come te e anche io oggi ho fatto un articolo indignato in tal proposito.
    Mi fanno schifo quelle donne che sono benissimo rappresentate dall’immagine che hai trovato su google. La festa della donna oggi è questa.
    Se poi ci metti che sono stata traumatizzata quando avevo 16 anni, allora…
    Beh, il mio ragazzo dell’epoca si vestì da donna per farmi un’improvvisata. Che vergogna immensa. Da allora c’è l’immagine di questo pennellone di 1,90, parrucca bionda, calze velate e pelo di fuori a ricordarmi che l’8 marzo devo stare chiusa in casa.

  8. Ophelia Harka

    Sono molto poche le donne che comprendono appieno il significato più profondo di questa ricorrenza, per le più è solo un’occasione per “trasgredire” dal tran tran quotidiano senza sentirsi in colpa. disgusting!!!

  9. Darksun

    in un mondo di grandi fratelli, ballando con le stelle, amicici di Maria de Filippi e corride, in un mondo dove le pupe fanno piu’ carriera dei secchioni e’ difficile pretendere di più di una festa della donna modello lama che corre dietro a dei perizomi indossati da gay.

    sarà avvilente ma a volte la profondità delle donne (e degli uomini) e minore di quella di una pozzanghera.

    besitos

  10. Ciao Mizzola 🙂

    giusto poco fa un’amica (tra l’altro comune ma non me la prendo se non indovini chi sono alla prima :P) ha inviato gli auguri per questa festa sulla mia email aggiungendo una postilla in questi termini:

    “La giornata dell’8 marzo fu istituita nel 1977 su decisione dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite per riconoscere “gli sforzi della donna in favore della pace e la necessità della loro piena e paritaria partecipazione alla vita civile e sociale”. Perchè proprio questa data? In realtà, già nel secolo scorso le donne avevano scelto l’8 marzo per celebrare le proprie conquiste e per rendersi protagoniste di grandi azioni. Come, ad esempio, la grande marcia che nel 1908 decine di migliaia di operaie organizzarono a New York per ottenere lavoro e paga più dignitosi, per il diritto di voto e l’abolizione del lavoro minorile. Al grido di: “Bread and Roses” le donne americane chiedevano una vita migliore e una maggiore considerazione da parte del mondo. Al posto delle rose, noi oggi usiamo le mimose e, oltre al pane, chiediamo anche la dignità di poterlo guadagnare in maniera lecita e onorevole. Da tempo, però, si è diffusa l’errata credenza che l’8 marzo si celebri per ricordare i 146 operai – di cui 129 donne – morti nell’incendio del 1911 alla camiceria Triangle Shirtwaist Company di New York: in realtà, l’incendio avvenne il 25 marzo ma dopo quella tragedia si ottennero enormi migliorie nel campo dei diritti dei lavoratori.”

    Non male direi ^.*

    Un bacio

  11. BrunoGald

    un pò di pene fa bene, anche una volta l’anno 😄
    le donne di oggi sono ridicole, niente a che vedere con donne degli anni e secoli passati. Tette culo e facebook e alla ricerca di un maschio che le strapazzi per bene
    sorry ma siete in discesa libera

  12. veronica

    pienamente d’accordo con te Miz!

  13. Chettelodicoaffààà!! Quoto tuttissimo!
    Tra l’altro attendevo con ansia il tuo punto di vista sulla festa della donna.
    Pure io ho scritto il mio, un po’ provocatorio sul mio blog 😉

  14. mara

    grande Miz la penso anke io come te,infatti io preferisco sempre fare una cena e basta,cmq puntualmente andiamo a queste feste sceme,ma xke ci facciamo 2 risate tra amiche tutto qua,anke xke nella maggior parte dei casi (a parer mio) i ragazzi sn cessini…..e ti diro’ di piu’,io se lo guardo ( infatti a metà me ne vado disgustata) lo guardo solo xke vedo delle donne ke sembra ke nn abbiano mai visto un culo e la cosa mi fa ridere!!! ovvio ke loro ti vengono a prendere,sn pagati come dicevi tu prima…nn xke kissa’ cosa…..cmq concludo dicendo ke certe donne sono PATETICHE!!!!

  15. Musa Faye

    la penso proprio come te … grande!

  16. A me fa tristezza che siamo ancora qui a parlare dei DIRITTI della donna. Perché c’è ancora bisogno di distinguere tra DONNA e UOMO. Una bella giornata dedicata ai diritti dell’ESSERE VIVENTE no? (magari esiste già e io non lo so, haha) Uomo, donna, bambino, detenuti, cani, gatti, animali. Siamo esseri viventi fatti della stessa materia, non basta questo ad essere considerati uguali con gli stessi diritti e gli stessi doveri? 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...