Archivi del mese: gennaio 2011

la verità del “non faccio per te”


Una volta l’amore poteva essere la colonna portante di ogni cosa… oggi non v’è speranza. Qualsiasi persona incontri al 90% dei casi sarà un cazzo di tarocco. Salviamoci, se possiamo, dall’avvento di questi polipi succhiasangue, questa pantomima di sicurezza e protezione. Troviamo in noi la forza per capire che non è vero nulla, che non siamo eccezioni ma REGOLE. Guardiamo dentro di noi e troviamo la verità. Perchè ogni uomo che incontriamo sarà sempre quello giusto, apparentemente. Ogni frase che pronuncerà, sarà sempre la più azzeccata, apparentemente. Ma il cervello dell’uomo vive di una vita sua. E’ a sé stante. Non tutto ciò che farà o dirà sarà ciò che sembra.

Riporto dunque alcuni esempi tipici di approcci e relazioni molto poco durature. Quelle basate sull’iniziale “per sempre” sono sfigate in partenza. Diffidate, dunque. Oggi avrete la possibilità, grazie al l’hard blog, di conoscere il loro sillabario e saperlo decifrare, all’istante.

ESEMPIO 1

1° giorno: “sei tutta la mia vita… ma come mai non t’ho incontrato prima?
traduzione cerebrale: “cazzo che figa sei come ti trombereiiiii

2° giorno: “non sono pronto per una relazione seria
traduzione cerebrale: “si ok ora me l’hai data, puoi anche andare

ESEMPIO 2

1° giorno: “sei molto carina, mi piaci, usciamo?”
traduzione cerebrale: “non c’ho un cazzo da fare domani, ho gli amici in ferie

2° giorno: “scusa ma stasera non posso, devo vedere mia nonna
traduzione cerebrale: “perdonami ma sai stasera Giovanna me la da, meglio non rischiare di andare in bianco con te

ESEMPIO 3

1° giorno: “ops scusa, ti ho urtato, non t’avevo vista… stranamente…
traduzione cerebrale: “occazzo ti ho urtata, ma ti ho visto da là in fondo e ho pure preso la rincorsa per scaraventarmitici addosso

6° giorno: “ricordo ancora l’attimo in cui ti ho incontrata… così, per caso… ma mi rendo conto che meriti di più di uno come me
traduzione cerebrale: “è stato bello ciccia in sti 6 giorni ma ora puzzi come il pesce, vattinn

ESEMPIO 4

1° giorno: “credo di essermi innamorato di te
traduzione cerebrale: “mi sento un sacco solo, vediamo se posso rimediare quest’angoscia da solitudine

10° giorno: “credo di amarti troppo, lasciamoci”
traduzione cerebrale: “ma chi ti ama aò????? sciò sciò che stasera c’ho l’invito in disco!

ESEMPIO 5

1° giorno: “non ho mai trovato una persona così affine, possiamo condividere molti interessi…
traduzione cerebrale: “non vedo l’ora di condividere il materasso con te

4° giorno: “oggi ho un pò di cose da fare…
5° giorno: “cazzo, devo studiare
6° giorno: “mi spiace ma mio zio ha la badante in ferie, devo aiutarlo
7° giorno: “ma perchè ti lamenti? Non mi capisci per niente!
8° giorno: “hai bisogno di una persona più presente… meglio rompere
traduzione cerebrale: “diocanta hai rotto la ciolla! sempre in mezzo ai cojoni… meglio rompere

ESEMPIO 6

1° giorno: “sono felice che Calogera ci ha presentati
traduzione cerebrale: “Calogera quella troia infima poteva mica presentarti prima??? GNOCCONA!!!

5° giorno: “Calogera forse aveva ragione che eri un essere speciale e di avere cura di te… ma io non ti faccio star bene
traduzione cerebrale: “ma andasse a fanculo Battiato e la sua cura di merda, insieme a Calogera

ESEMPIO 7

1° giorno: “che donna carismatica, intelligente, bella… sei tutto, non mi pare vere averti conosciuta
traduzione cerebrale: “ammazza oh con questa faccio bella figura, mejo che me l’agguanto immediatily

6° giorno: “non ce la posso fare, il nostro mondo viaggia su due binari paralleli… non ci incontriamo
traduzione cerebrale: “carisma? intelligenza? bellezza? si ma cazzo che palle, questa tiene troppo, non la si gestisce.. RAUS!

ESEMPIO 8

1° giorno: “se la luna potesse parlare, direbbe che siamo due stelle gemelle
traduzione cerebrale: “minchia che attizzamento mi fai con tutte quelle paillettes sulla canotta…

8° giorno: “stasera ho l’appuntamento con i miei amici… mi spiace lasciarti sola… lo so vedi? Non riesco a fare altro che darti tristezza… non faccio per te
traduzione cerebrale: “stasera ho la puntatina rimorchio al locale, tu ti rabbui come al solito ed io dopo 8 giorni mi sono già bello che smaciullato i coglioni

ESEMPIO 9

1° giorno: “tu la senti la nostra alchimia? E’ stato un attimo e ho capito che fai per me
traduzione cerebrale: “sono un pò sfigato ultimamente, vediamo se con te, 150sima ragazza con cui tento, va meglio

30° giorno: “non faccio per te, litighiamo sempre, non abbiamo interessi in comune, siamo due estranei…
traduzione cerebrale: “oh ma tipo superare il mese no? niente da fa, 30 giorni sono la soglia… bye

Ma ricordate, amici miei, ci sono delle persone (scarsissima percentuale) che quando dicono tutto questo per davvero, siamo NOI a non volerli. E’ il destino, è la legge dell’amore. Ma questo è ciò che sicuramente avviene, celato da frasi di circostanza e mancanza reale di coraggio. Sta a noi decidere se avventurarci in tutto ciò o evitare. Io solitamente ci nuoto alla stragrande. Tanto ormai ho il salvagente!

Meditate gente, meditate.

Annunci

22 commenti

Archiviato in uomini

cena con donne


Il motivo per cui le donne non mi invitano più alle loro “riunioni” al femminile lo potrete capire dai dialoghi realmente avvenuti nel tempo passato, che cordialmente riporto qui di seguito.

Ristorante rigorosamente giapponese, gruppo folto di soggetti femminili, a capotavola Miz.

Donna 1: ohhh finalmente tutte riunite, finalmente senza le zavorre!
Miz: senza quelle zavorre non sapete stare… non fare l’ipocrita 🙂
Donna 2: ma che dici? Noi siamo emancipate, vero ragazze???
Donna 3: ohhh yeah!
Miz: sarà ma per uscire stasera avete dovuto chiedere il permesso…
Donna 1: dici così perchè tu non ce l’hai!
Miz: si, non ce l’ho ma ti assicuro che è questione di ingestibilità.
Donna 4: ovvero?
Miz: semplicemente non sono “facilona” e si stancano…
Donna 2: mah… sarà!
Donna 4: comunque, cosa ordiniamo? Io ho la carta di credito di Pinco Pallo!
Miz: come volevasi dimostrare.
Donna 1: dai non rodere Miz!
Miz: ma che rodo? Io me la pago da me la cena 🙂
Donna 3: comunque… di cosa parliamo?

Donna 1: sesso ovviamente! L’altra sera uno mi ha portato a cena e poi a casa, ragazze aveva il pisello più piccolo mai visto!

Donna 4: ahahahah oddio che ridere! Non lo hai mandato a cagare?
Miz: a cagare perchè ce l’aveva piccolo? Ma ci hai trombato?
Donna 1: ovviamente no! Ma ti pare, con quel cosino? AHAHAHAHAH
Miz: magari ti faceva urlare come una iena ridens, che ne sai?
Donna 4: perdonami Miz cara, ma secondo te?
Miz: cosa?
Donna 4: cosa poteva fare con quel salamino beretta?
Miz: ah perchè è importante la dimensione?
Donna 2: ovviamente, soprattutto il diametro, vero ragazze?
Tutte: siiiiiiiiiiiiii
Miz: vi trovo agghiaccianti…
Donna 1: no, tu ci preoccupi!
Miz: mmm
Donna 3: comunque a me è capitato uno l’altra sera che voleva gli facessi un pompino!
Donna 1: e tu???
Donna 3: ma nemmeno per idea! Non lo farò mai! Che cosa disgustosa e inutile!
Miz: disgustosa e inutile?
Donna 3: ma certo, godono solo loro scusa! E io devo prendere in bocca quel coso puzzolente!
Miz: vuoi dirmi che non hai mai fatto un pompino? E per queste motivazioni?
Donna 3: che domande… ovvio!
Miz: AHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHA
Donna 1: perchè ridi?
Miz: ma perchè non ci credo manco per il cazzo, appunto! HAHAHAHHAHAA
Donna 2: ma scusa perchè tu lo fai?
Miz: certo e pure con l’ingoio! (volgarmente detto per farle rimanere male)
Tutte: bleaaaaaaaaaaaaah

Miz: ma forse avete detto il vero, se pensate alle dimensioni avrei paura anche io… non vorrei vi si smascellasse la faccia 🙂

Donna 2: sei orripilante…
Miz: ma ti dirò… penso che dare piacere sia la cosa più bella.
Donna 2: si beh ma scusa… in quel caso che cosa provi?
Miz: ma che te lo dico a fare?

Donna 3: comunque, ho sentito Donna 5 ieri e mi ha detto che stava leggendo “le età di lulù” e s’è presa talmente bene che si è masturbata…

Donna 2: ossignore! E tu?
Donna 3: oh cambiato argomento, potevo mica dirle che è una sfigata!
Miz: ma perchè tu non lo fai mai?
Donna 3: che bisogno c’è? Ho tutte le opportunità per scopare! ahahahaha
Miz: cazzo c’entra? La masturbazione è naturale, è istintiva…
Donna 1: ma è assurdo! Mai fatto! E voi?
Tutte: assolutamente NO!
Miz: mmm
Donna 4: e tu Miz?
Miz: una sera si e una no.
Tutte: giura!
Miz: giurin giuretto.
Tutte: povera… ti dovremmo trovare un uomo!
Miz: anche una donna va bene, all’occorrenza!
Tutte: cosaaaaaaaaaaaaaaaaa?
Miz: eh…
Donna 1: ma sei pazza? Sarai mica gaya?
Miz: no.
Donna 3: ahhh scherzavi!
Miz: no.
Tutte: O_o

Miz: penso che il sesso e i sentimenti siano istintivi, che si provino e si desiderino all’unisono, poco importa la fonte dove vai ad abbeverarti… è chiaro comunque che l’ho detto per farvi capire che vi trovo circoscritte e limitate 🙂

Donna 1: ma Miz… che dici mai?
Miz: no, non offendetevi…

Donna 1: ma facci capire, tu non badi alle dimensioni, fai pompini con l’ingoio, all’occorrenza ti trombi una donna e siamo noi le limitate?

Miz: minchia si!
Donna 4: e allora com’è che sei zitella?

Miz: perchè di donne come voi ne è pieno il mondo, perchè sicuro i vostri uomini non vi fanno godere e per frustrazione vi inventate questa stronzata del pene grosso… sicuramente fate pompini a raffica ma li fate malissimo e di conseguenza vi vergognate ad ammetterlo. Quanto alla masturbazione dite che è da sfigata e a mio parere è l’unico momento della vostra vita sessuale dove avete un orgasmo, perchè lo fate e pure spesso! Ma sia mai che si confessi una cosa del genere, nevvero? Di conseguenza è molto più semplice portarsi a letto (fidanzarsi) una come voi che beccarsi una come me.. di pretese e problemi reali da voi non ne avranno mai.

Tutte: …
Miz: che c’è? Ho detto qualcosa di sbagliato?
Tutte: scusi lei? IL CONTO!

48 commenti

Archiviato in donne

casting grande fratello


Eva: “buongiorno a tutti voi!”
GF: “salve, si accomodi e ci parli di lei, brevemente…”
Eva: “beh che dire? Sono una donna di 35 anni, mi piace la vita, ho una bellissima famiglia…”
GF: “mmm ah si? i suoi stanno insieme?”
Eva: “si beh da 40 anni”
GF: “continui…”
Eva: “la mia infanzia è stata felice, tutto sommato…”
GF: “mmm ah si? nessun trauma? che so… picchiata da un compagno di scuola?”
Eva: “no, massimo mi tiravano su la gonna ma io ero pure contenta!”
GF: “davvero??? deviazione sessuale infantile?”
Eva: “direi di no, portavo le calzamaglie a righe”
GF: “continui…”
Eva: ” ho un diploma, lavoro, mai avuto problemi finanziari, insomma non sono ricca ma sto bene, non mi è mai mancato nulla…”
GF: “mmm ah si? Nessuno sfratto? Coinquilini che si drogavano, retate in casa? Arresti? Mai spacciato banconote false?”
Eva: “beh no, mai… vivo ancora con i miei e mia madre due volte la settimana fa la domestica”
GF: “continui…”
Eva: “amore… beh l’amore è un pò un tasto dolente…”
GF: “BENE… ci dica ci dica”
Eva: “ho avuto due storie molto importanti di parecchi anni e sono stata molto innamorata…”
GF: “solo due???”
Eva: “beh si… altre storielle si beh…”
GF: “pormiscuità???”
Eva: “no.. pomiciatine in discoteca”
GF: “continui…”
Eva: “ora come ora però sono single… è che attiro solo ragazzi molto giovani…”
GF: “ohhhh davvero tipo 18enni ste cose???”
Eva: “si ma non do corda, nel senso, dai non potrebbe mai funzionare, evito”
GF: “capisco… bene direi che può andare, le faremo sapere!”
Eva: “grazie mille!!!”

* * *

GF: “il prossimo…”
Giuseppina: “salve sono Giuseppina, per gli amici GiuGiu”
GF: “salve, si accomodi e ci parli di lei, brevemente…”

Giuseppina: “ho 18 anni e vivo sola, mia madre mi ha sbattuta fuori casa a 15 anni perchè sniffavo la trielina e mi trombavo il marito di mia zia.. poi sono stata un periodo in metropolitana a suonare il mandolino e ho scoperto che mio fratello è diventato donna, cioè l ho incontrato in discoteca, non vi dico lo stupore ma.. figata!!! Mio padre è scappato a Cuba quando io avevo 2 anni e si è rifatto una famiglia.. roba dell’altro mondo. Che poi incontro uno l’anno scorso e me lo faccio… ci innamoriamo, cioè si quella roba lì… e che scopro??? Che è mio fratello cubanoooo! Non vi dico il casino. Niente, poi ho lavorato un pò come barista in un locale di striptease e ho conosciuto Gualtiero, il mio attuale compagno, che però tiene moglie a Napoli ma lei mica lo sa.. ovviamente! Lui fa il buttafuori del locale e ogni tanto si sniffa la vinavil, ma non per vizio sia chiaro… a scuola non ci sono mai andata, facevo sega ogni giorno… oltre a qualche sega anche al bidello… insomma niente di che… direi che il resto andrebbe scoperto durante la trasmissione, che dite???”

GF: “PRESA”

N.B. Dietro un programma ci sono meccanismi che non si conoscono a meno che non ci si lavori (quindi con tutto rispetto per chi ci mette tempo e denaro e che sicuramente ha più chiara la reale situazione del programma). Questo è il resoconto ilare e ironico su quel che viene trasmesso al mondo, su ciò che emerge maggiormente. Ciò che si vede infatti, ahimè, è proprio questo. Spiacente, poteva essere un grande mezzo di comunicazione con la realtà comune… sta diventando solo ed esclusivamente un ricettacolo di dispiaceri, il più delle volte nemmeno molto credibili.

Questa è la mia opinione, e non credo solo la mia 🙂

Libera di esprimerla.

36 commenti

Archiviato in tv trash